MAGAZINE

Il meglio del Blog

Funghi sott’olio fatti in casa

funghi o miceti sono un regno di organismi eucarioti, unicellulari e pluricellulari, a cui appartengono anche i lieviti e le muffe.
I funghi sono molto utilizzati in cucina, per cui sono molto amati e l’Italia avendo tanti boschi di conseguenza possiede tanti tipi di funghi. I funghi bisogna dividerli principalmente in due categorie: quelli commestibili e quelli velenosi.
Proprio perché l’Italia è ricca di boschi c’è l’usanza di andarli a raccogliere, però non è un passatempo non adatto a tutti. Infatti bisognerebbe che andassero per funghi solo i veri intenditori e conoscitori di questi miceti.
Possiedono pochissime calorie però hanno molte proprietà benefiche: sono utili alla salute del sistema immunitario, le vitamine che contengono, in particolare la B2 e la B3, aiutano il buon funzionamento del sistema nervoso e del metabolismo. Ma i funghi sono anche fonte di vitamina D, grazie agli antiossidanti che contengono, i funghi ti aiutano a contrastare e l’invecchiamento precoce, a prevenire le malattie cardiovascolari e a limitare gli accumuli di colesterolo nelle arterie.
Con i funghi si possono realizzare molte ricette, ma nel caso in cui siamo in possesso di una quantità notevole di funghi e si può avere difficoltà nel consumarli tutti si possono fare le conserve per avere una scorta pronta tutto l’anno.
Quindi ecco di seguito la ricetta dei funghi sott’olio adatta per qualsiasi tipo di funghi.

INGREDIENTI:
1 litro d’acqua
1 litro di aceto di vino bianco
Spicchi di aglio
Pepe nero a grani
Peperoncino a cornetto rosso ( se si vogliono piccanti)
Funghi
Sale
Olio di semi di girasole o mais

Bisogna pulire per bene i funghi e farli a pezzettoni, solitamente si sciacquano sotto l’acqua corrente tutti eccetti quelli porcini che si puliscono con un panno umido. Portare ad ebollizione, in una pentola capiente l’acqua unita all’aceto e sale.
Appena bolle immergere i funghi girarli velocemente nel liquido, tirarli fuori e mettere a sgocciolare in un cola pasta.
Fare raffreddare e sgocciolare benissimo i funghi e versarli in una ciotola capiente dove aggiungere: aglio a tocchetti ( una grandezza giusta da essere visti e magari evitare di mangiarlo), i grani di pepe nero ed olio di semi abbondante da ungerli per bene tutti.
Volendo si possono mettere anche delle foglioline di menta.
Far riposare i funghi nella ciotola ricoperta con della pellicola al fresco, almeno un cinque o sei ore.
Se è di più non fa niente. Prima di sistemarli nei barattoli di vetro sterilizzati, assaggiare se sono giusti di sale, se manca possiamo aggiungerlo.
Adesso si possono sistemare nei barattoli, pigiati per bene, chi ama il piccante mette un peperoncino dentro, intero o bucherellato con uno stuzzicadenti. Una volta riempito il barattolo ricoprire la superficie con l’olio di semi. Prima di farli riposare per un mese o due, in un luogo fresco e buio, per poi poterli mangiare; controllare se hanno bisogno ancora d’olio. Si possono fare anche barattoli con funghi misti: porcini, prataioli, rositi ecc; se le quantità non permettono di fare barattoli di funghi di un unico tipo.
Si conservano molto a lungo se conservati bene; quindi al fresco e al buio. I funghi così preparati sono ottimi come antipasto o aperitivo. Possono essere mangiati a pezzi così come li abbiamo conservati nei barattoli, oppure frullare i funghi ( una volta sgocciolati) e creare una cremina da mettere sui crostini di pane ad esempio. Oppure aggiunti quasi a fine cottura di un secondo di carne.

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password

    Cucina in Laminato di Quercia Sonoma

    375,00 € & Spedizione GRATUITA

    PREZZO IN PROMOZIONE CLICCA SULLA FOTO