MAGAZINE

Il meglio del Blog

Come avere i piedi sempre curati.

La cura dei piedi generalmente viene spesso trascurata, in particolar modo durante il periodo invernale e soprattutto perché sono la parte del corpo meno in vista.
Prendersi cura dei propri piedi ogni giorno è un’importante strategia per farli diventare più belli da un punto di vista estetico; e sebbene le caratteristiche non modificabili, come la loro forma o le dimensioni, se non ci piacciono non si possono cambiare, però possono essere valorizzati permettendoci finalmente di sentirci a nostri agio anche nelle stagioni più calde.

In realtà la pedicure andrebbe effettuata una volta ogni dieci o quindici giorni.
Ma durante questo intervallo non bisogna trascurare la cura dei piedi; altrimenti si rischia di arrivare a quel momento dovendo spendere troppo tempo e fatica (e anche denaro, se ti affidi ad un professionista), per poi dimenticartene nuovamente e vanificare il duro lavoro svolto.
La cura dei piedi dovrebbe essere quotidiana, attraverso accorgimenti rapidi ed indolori, che se eseguiti con costanza e regolarità, ti accorgerai che possono davvero fare la differenza.

⁃   Utilizzare una crema idratante per la pelle indurita.

Un problema assai comune, generalmente localizzato sui talloni, lungo i lati dei piedi e sulla pianta, sono i “duroni”.
Oltre ad essere antiestetici sono anche fastidiosi da vedere e a volte anche dolorosi (particolarmente durante le giornate faticose e stressanti ).
Non va dimenticato, infatti, che i nostri poveri piedi hanno l’ingrato compito di sorreggere tutto il nostro peso, in qualsiasi attività decidiamo di svolgere.
Inoltre, durante la pedicure, la loro rimozione è un momento che richiede molto tempo.
Per cui sarebbe utile limitare la formazione dei duroni anzi prevenirla con un semplice accorgimento. Cioè applicare semplicemente una comune crema idratante per il corpo o un olio vegetale di nostro gradimento, distribuendola con cura su tutto il piede.
Ancora più efficace se fatto appena dopo la doccia.
Infatti bisogna considerare sempre che la chiave di tutto è l’idratazione, così come per ogni parte del nostro corpo.
I piedi ben idratati assumono un aspetto migliore.

⁃   Utilizzare delle maschere per i piedi.

Esistono in commercio diverse maschere per i piedi, si applicano facilmente, sono tipo calzini intrisi di sostanze nutrienti ed idratanti. Vanno applicati una o due volta a settimana.
Queste maschere possono essere preparate anche in casa utilizzando come ingredienti: il miele, l’olio extravergine di oliva, e un poco di burro lasciato ammorbidire a temperatura ambiente.
Applicare il composto per bene sul piede ed infilare un calzino.
È bene sapere che durante la messa in posa delle maschere non bisogna stare in piedi.

⁃    Effettuare dei pediluvi.

I pediluvi hanno un’azione rigenerante e rilassante, benefica non solo per i piedi ma anche per la mente.
L’ideale sarebbe farne uno quotidianamente, specialmente se si svolgono diverse attività in piedi e quindi trascorrendo molte ore della giornata in posizione eretta, oppure nelle stagioni più calde in cui le estremità sono affaticate a prescindere dagli incarichi svolti.
Il procedimento è più che semplice: preparare una bacinella con acqua e sale per ottenere un effetto drenante ed alleviare la fastidiosa sensazione dei piedi gonfi.
Un’altra opzione può essere quella di mischiare all’acqua qualche goccia di olio essenziale di menta o eucalipto, per raggiungere un risultato rinfrescante e tonificante.
Se invece il problema è rappresentato dell’iperidrosi, cioè ipersudorazione, indipendente dalle condizioni climatiche, si trarrà sicuramente beneficio dal pediluvio a base di acqua e bicarbonato. Questo è un ottimo ed economico composto che può essere utilizzato anche per un delicato gommage, strofinandolo sulla superficie dei piedi per rimuovere le cellule morte.

⁃   Crema solare anche sui piedi.

È importante spalmare la crema solare anche sui piedi, altrimenti si corre il rischio di andare incontro a dolorose scottature. Bisogna ricordare di spalmarla anche in città; infatti nel periodo estivo si indossano sandali di diversi tipi e forme, per cui avere la forma del sandalo disegnata dall’abbronzatura sarebbe antiestetico.

⁃    La bellezza delle unghie senza smalto.

Se non si ha voglia o tempo di applicare costantemente lo smalto ai piedi, bisogna comunque tenere i piedi in ordine anche senza colorare le unghie, ma semplicemente prendendocene cura.
Non bisogna trascurare le cuticole: esistono dei prodotti realizzati apposta, chiamati scioglicuticole, che si presentano essenzialmente come uno smalto, con una boccetta in vetro e l’applicatore a pennellino; il materiale contenuto all’interno è un liquido denso, di consistenza simile allo smalto, che va applicato accuratamente lungo tutto il giro-cuticola, ovviamente previa rimozione con solvente dello smalto eventualmente presente.
Poi si deve semplicemente aspettare il tempo specifico indicato sull’etichetta del prodotto che sta usando, necessario per la sua azione, che si aggira di solito intorno ai pochi minuti.
Poi con uno spingicuticole, cioè un bastoncino di legno, con la sommità a forma di punta ( trattasi di un prodotto facilmente reperibile in qualsiasi negozio per la cura della persona, anche a prezzi molto convenienti ) si andrà a spingere verso il basso le cuticole, e contemporaneamente si potranno rimuovere dalla superficie dell’unghia la parte più sottile di plica cutanea che a lungo andare va anche a rovinare lo smalto facendolo sollevare, cioè una porzione di cuticola particolarmente sottile ed adesa all’unghia, difficile da eliminare, ma con questa procedura più flessibile.
A questo punto potrai asportare lo scioglicuticole con un dischetto di cotone imbevuto di prodotto apposito.

⁃    L’igiene dei piedi.

È importante la pulizia dei piedi, soprattutto lavarli con detergenti a base vegetali, sono molto delicati e sicuramente un po’ più costosi rispetto ai normali saponi.
Facendo un utilizzo costante di questo metodo di detersione, si noteranno nel lungo periodo una minore frequenza di insorgenza di micosi, pruriti, dermosensibilizzazioni.
Il sapone low cost, purtroppo, è formulato con ingredienti dall’alto potere sgrassante, che assicurano certamente una pulizia e rimozione dello sporco, ma parallelamente agiscono eliminando anche la naturale difesa dell’epidermide, lo strato idrolipidico.
In questo modo la pelle diventa irrimediabilmente più soggetta all’attacco da parte di microrganismi e funghi patogeni.
Il sapone vegetale invece assicurerà nel tempo il mantenimento della normale idratazione e quindi si noteranno addirittura un ammorbidimento delle zone più ruvide, come ad esempio i talloni.

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password

    Cucina in Laminato di Quercia Sonoma

    375,00 € & Spedizione GRATUITA

    PREZZO IN PROMOZIONE CLICCA SULLA FOTO