MAGAZINE

Il meglio del Blog

Aglio germogliato: benefici e proprietà.

L’ aglio germogliato da vecchi bulbi di aglio con germogli di un verde brillante, è considerato, erroneamente da tutti, un alimento poco sicuro o salutare e di solito viene cestinato.
Ma in realtà gli scienziati hanno riportato nel Journal of Agricultural and Food Chemistry di ACS che l’aglio germogliato ha un’attività antiossidante ancora più sana per il cuore rispetto alla sua variante fresca.

Proprietà curative dell’aglio germogliato
Molteplici fonti scientifiche confermano le potenzialità curative e le proprietà curative dell’aglio. 
Mangiare aglio o assumere integratori di aglio è considerato un metodo naturale per ridurre i livelli di colesterolo, la pressione sanguigna e il rischio di malattie cardiache.
Inoltre può anche aumentare il sistema immunitario e aiutare a combattere il cancro.
In realtà tutti questi benefici sono stati sempre attribuiti all’aglio fresco e crudo. Bisogna sapere che quando gli spicchi crescono in piante verdi, producono molti nuovi composti, compresi quelli che proteggono la giovane pianta dagli agenti patogeni.
Visto che alcuni studi hanno dimostrato che i chicchi e i cereali germogliati hanno aumentato l’attività antiossidante, quindi un team di ricercatori ha deciso di verificare se lo stesso vale per l’aglio.
Così hanno scoperto che l’aglio germogliato per cinque giorni aveva una maggiore attività antiossidante rispetto ai bulbi più freschi e più giovani, e aveva metaboliti diversi, arrivando alla conclusione che produce sostanze diverse rispetto ai bulbi giovani.
Gli estratti di questo aglio hanno persino protetto le cellule in un laboratorio da alcuni tipi di danni. 
Pertanto, gli studiosi hanno concluso che la germinazione migliora il potenziale antiossidante dell’aglio.
Le proprietà curative dell’aglio germogliato sono quindi possibili grazie al principio attivo chiamato allicina che si libera quando il bulbo viene spezzato o comunque masticato con i denti.
L’allicina serve a proteggere la pianta dagli attacchi dei parassiti, quindi ha una funzione antibatterica e antibiotica sull’organismo, proteggendolo, quindi, da infezioni e infiammazioni e da numerose altre malattie.
Seuna testa di aglio viene lasciata alla luce e all’umidità rapidamente può germogliare e diventare aglio germogliato da consumare come potente antibiotico naturale.

Proprietà antibiotiche e immunitarie
L’aglio germogliato aumenta le difese immunitarie dell’organismo proteggendolo da infezioni e infiammazioni se consumato regolarmente.
In più aiuta anche a combattere la tosse, il raffreddore e l’influenza, abbassa i livelli di glicemia nel sangue, diventando un vero alleato contro il diabete, l’ipertensione e il colesterolo alto e la salute del cuore.

Proprietà digestive e depurative
I bulbi germogliati favoriscono le secrezioni gastriche e i processi digestivi, possiedono anche effetti depurativi in quanto facilitano l’eliminazione dei metalli pesanti che si accumulano in fegato, reni e polmoni.
Inoltre inserito in una dieta equilibrata aiuta a tenere sotto controllo il peso corporeo.

Proprietà antisettiche e battericide
Le sostanze presenti nell’aglio germogliato sono in grado di ripristinare le funzionalità dell’intestino e liberarlo da infezioni e parassiti.
In oltre è un valido rimedio naturale contro la dissenteria, il meteorismo, crampi addominali e per ripristinare la flora batterica.

Come capire se l’aglio germogliato è commestibile o no
La comparsa dei germogli indicano che l’ aglio sta cominciando ad invecchiare, per colpa dell’esposizione al troppo calore, luce o umidità.
L’aglio deve essere conservato in un luogo fresco, asciutto e buio per avere la massima longevità.
Se conservato correttamente, l’aglio può durare fino a sei mesi come bulbo intero e circa tre settimane se conservato a spicchi in un luogo fresco e buio.
Se si divide uno spicchio d’aglio in due, e l’interno è verde si può consumare ottenendo anche più benefici rispetto a quando è ancora fresco.
Infatti, l’aglio germogliato risulta un alimento ricco di sostanze benefiche per la salute e il benessere dell’organismo tanto che è un peccato buttarlo.
Mentre se risulta essere scuro dentro e mostra segni di marciume o decomposizione non è commestibile.

Usi in cucina dell’aglio germogliato
È consigliabile comprare l’aglio tradizionale e conservarlo in luogo fresco e asciutto per vedere subito dopo qualche giorno la nascita dei primi germogli.
L’aglio germogliato per poter essere consumato bisogna privarlo della pellicola esterna e tagliarlo in due; preoccupandosi solo di prendere le parti verdi dei germogli, possono essere consumati crudi come condimento per insalate; tenendo presente che ha un sapore più forte rispetto a quello tradizionale.

Controindicazioni
Il consumo di aglio a dosi eccessive può causare diarrea e irritazioni intestinali. Invece è da evitare se si soffre di gastrite e ulcera.
Se si prendono farmaci e si seguono seguire è consigliabile chiedere informazioni al medico per evitare effetti o interazioni indesiderate.
L’aglio è sconsigliato durante l’allattamento in quanto da un sapore sgradevole al latte materno.

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password

    Cucina in Laminato di Quercia Sonoma

    375,00 € & Spedizione GRATUITA

    PREZZO IN PROMOZIONE CLICCA SULLA FOTO