MAGAZINE

Il meglio del Blog

Come prevenire le infezioni nei bambini piccoli.

Per evitare che i nostri bambini, soprattutto quelli più piccoli, possano contrarre malattie infettive, bisogna prestare molta attenzione nella preparazione e il consumo di alimenti. Così facendo non solo si evita di mettere a rischio la salute dei più piccoli ma anche quella dei grandi.
Bisogna tenere presente alcune regole da dover rispettare e sono:

        ⁃       lavare bene i taglieri, le superfici che si usano per cucinare, i coltelli e altri utensili che sono stati a contatto con alimenti crudi, soprattutto ogni volta che si manipolano la frutta, la verdura o la carne, di qualsiasi tipo.

        ⁃       Lavare verdura e frutta prima di consumarla.

        ⁃       Cuocere bene la carne. Il succo che rilascia quando è cotta è chiaro e all’interno non è rossa.

        ⁃       Evitare di consumare uova crude o poco cotte. 

        ⁃       Non utilizzate latte che non sia pastorizzato, né i suoi derivati.

In più esistono 10 azioni quotidiane per prevenire le infezioni nei neonati e nei bambini.

Norme igieniche.

Bisogna insegnare al bambino fin da piccolo a lavarsi le mani energicamente. Si deve  usare acqua tiepida e un buon sapone igienizzante.
Insistere a lungo nello spazio tra le dita, risciacquare con acqua abbondante e infine asciugare.
È fondamentale lavare sempre le mani  prima di mangiare e dopo essere stati in bagno.

Bisogna avere gli asciugamani sempre puliti. Anzi per asciugare le mani è addirittura consigliato usare asciugamani usa e getta o tovagliette di  carta.

È fondamentale avere delle unghie corte. Sia quelle degli adulti che quelle dei bambini, perché è proprio al di sotto delle unghie si annidano infinità di batteri.

Fare il bagno ai bambini frequentemente (preferibilmente un giorno sì e un giorno no). Prestando attenzione soprattutto a pulire bene il collo, le pieghe della pelle e in particolar modo le parti intime.

Spazzolate i denti dei bambini, correttamente e con frequenza, fin da quando spuntano i primi dentini. L’igiene orale può prevenire la carie, lesioni alla bocca e altre infezioni. Bisogna farlo dopo ogni pasto e soprattutto prima di andare a letto.

Dopo che i bambini sono stati in bagno o dopo aver cambiato loro il pannolino bisogna instaurate una routine.
L’adulto al momento incaricato dell’igiene intima del bambino si lava le mani.
Quindi pulire il sederino da davanti a dietro per evitare di portare batteri nella zona genitale.
Dopodiché, si lava nuovamente le mani.

Esistono anche altre norme utili da seguire, e sono:

        •       Arieggiare, ventilare e illuminare gli ambienti chiusi della casa, anche in inverno, per evitare “aria viziata”.

        •       Disinfettare tutti gli ambienti della casa, soprattutto quelli in cui soggiorna il neonato. Nello specifico, la cucina, la sala da pranzo, il bagno e la sua cameretta.

        •       Non bisogna baciare il neonato sulla bocca. Anche se si tratta di un gesto di affetto, gli specialisti fanno notare che potrebbe comportare dei rischi. Allo stesso modo, evitate di pulire il ciuccio mettendovelo in bocca o di masticargli il cibo prima di darglielo. Così facendo migliaia di batteri verrebbero trasmessi per via orale.

        •       Durante il periodo invernale, fare in modo che tutti i membri della famiglia si coprano bocca e naso con un fazzoletto di carta quando tossiscono e starnutiscono.

        •       Bisogna anche evitare che persone con il raffreddore o con un’altra malattia contagiosa si avvicinino al bambino. Magari nell’adulto non comporta gravi conseguenze, ma nel piccolo quello stesso virus può dar vita a effetti più gravi.

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password

    Cucina in Laminato di Quercia Sonoma

    375,00 € & Spedizione GRATUITA

    PREZZO IN PROMOZIONE CLICCA SULLA FOTO