MAGAZINE

Il meglio del Blog

Sciroppo per la tosse, ricetta della nonna.

La tosse non è una malattia, ma un semplice sintomo che insorge ogni qualvolta le mucose delle vie respiratorie vengono irritate.
La tosse è da considerarsi un meccanismo di difesa, adottato dal nostro corpo per neutralizzare e rimuovere una sostanza irritante presente nelle vie aeree.
Questo sintomo è talmente diffuso da rappresentare il disturbo più frequente per cui ci si rivolge al medico.

La tosse può essere causata da:
        ⁃       infezioni di origine virale o batterica (tipica conseguenza delle malattie da raffreddamento o di polmoniti, tracheiti, laringiti, bronchiti e simili);
        ⁃       allergie;
        ⁃       agenti irritanti (fumo, polvere, vapore, inquinamento);
        ⁃       repentine variazioni climatiche;
        ⁃       corpi estranei (una briciola di pane andata di traverso);
La tosse può essere anche una conseguenza di specifiche malattie o derivata dall’utilizzo di alcuni farmaci.

In più può essere grassa, cioè con presenza di catarro o secca senza catarro.
Quando si è affetti da tosse conviene sempre rivolgersi al medico, però bisogna sapere che esiste un metodo naturale, antichissimo, uno sciroppo a base di salvia molto efficace.
Infatti in dai tempi antichi, quando si sentiva tossire qualcuno veniva subito preparato lo sciroppo alla salvia.
Effettivamente è stato provata l’utilità della salvia in caso di tosse nel corso del tempo.
Così qui di seguito verrà descritta una ricetta per poter realizzare questo sciroppo, fermo restando che è necessario rivolgersi ad un dottore, è utile sperimentare questo metodo naturale e super efficace.

INGREDIENTI:

        ⁃       un bicchiere e mezzo di acqua

        ⁃       mezzo bicchiere di vino bianco (se è
per bambini altro mezzo bicchiere di        acqua

        ⁃       15 foglie circa di salvia fresca appena raccolta

        ⁃       2 cucchiai pieni di miele

PROCEDIMENTO

        •       staccare le foglie e lavare accuratamente la salvia, foglia per foglia in acqua corrente; se in inverno controllare che nella parte inferiore non ci siano annerinenti o parassiti;

        •       mettere a bollire la salvia, spezzettata grossolanamente con le mani, con l’acqua e il vino;

        •       lasciare bollire a fuoco dolce con la pentola scoperta fino a quando il liquido si sarà ridotto di un terzo, 12 minuti circa;

        •       spegnere il fuoco e aggiungere subito il miele e mescolare;

        •       lasciare intiepidire un pochino e poi passare lo sciroppo attraverso un colino;

•       riporre in un contenitore chiuso,
conservare in frigorifero e consumare entro due o tre giorni;

        •       la quantità consigliata è un cucchiaino tre volte al giorno.

Eventualmente siccome la salvia ha un sapore particolarmente amaro, la quantità di miele può essere aumentata a piacere;
la proporzione tra salvia e liquido è di dieci foglie medie circa per ogni bicchiere di sola acqua o di acqua e vino.

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password

    Cucina in Laminato di Quercia Sonoma

    375,00 € & Spedizione GRATUITA

    PREZZO IN PROMOZIONE CLICCA SULLA FOTO