MAGAZINE

Il meglio del Blog

Marmellata di cipolle di Tropea.

La marmellata di cipolle di Tropea è una ricetta tipica calabrese, ha un particolare gusto agrodolce e naturalmente si prepara utilizzando le tipiche cipolle di Tropea dal colore vinaccio, con un sapore più dolce rispetto alle cipolle bianche o dorate.
La marmellata di cipolle di Tropea, come quella di peperoni, si accompagna perfettamente ai formaggi, che ne esalta il gusto senza però sovrastare il loro aroma.
I formaggi ideali da accompagnare a questa conserva sono quelli molto stagionati e saporiti come Pecorino, Parmigiano, provolone o i formaggi affumicati in genere. Inoltre con la marmellata di cipolle si possono accompagnare anche vari tipi di carni come: maiale, selvaggina o cacciagione, meglio se cotte arrosto.
Per gli amanti delle conserve fatte in casa, la marmellata di cipolle di Tropea rappresenta una variante dal gusto unico alle tradizionali conserve di verdure.

INGREDIENTI
                Cipolle rosse di Tropea 1 kg
                Alloro 1 foglia
                Cognac 30 ml
                Zucchero 200 g
                Zucchero di canna 200 g
                Vino bianco 100 ml

Per preparare la marmellata di cipolle di Tropea, bisogna iniziare con la pulizia delle cipolle: sbucciare e lavare le cipolle.

Asciugare e tagliare a fette sottili, eventualmente si può utilizzare anche una mandolina.

Riporre in una ciotola capiente le cipolle affettate e aggiungere lo zucchero semolato, lo zucchero di canna, il vino, Cognac e la foglia di alloro. Mescolare per bene in modo che le cipolle si insaporiscano.

Coprire la ciotola con la pellicola trasparente e lasciare macerare le cipolle per almeno 6 ore in un luogo fresco e asciutto, mescolando di tanto in tanto.

Trascorso il tempo necessario, le cipolle avranno assorbito gli aromi, eliminare la foglia di alloro, mettere le cipolle in un tegame e accendere il fuoco.

Fare bollire le cipolle a fuoco bassissimo, per il tempo necessario affinché il tutto si addensi (ci vorranno circa 25-30 minuti).

Dopo 30 minuti la marmellata dovrebbe essere pronta; quindi prelevare un po’ di composto con un cucchiaino e lasciarne cadere una goccia su un piatto.

La goccia deve restare compatta se la conserva è pronta. Se la goccia scivola via e non risulta compatta, proseguire la cottura per il tempo necessario mescolando frequentemente.

Spegnere poi il fuoco e invasare la marmellata ancora calda, nei vasetti precedentemente sterilizzati, con l’aiuto di un imbuto e un mestolo, avendo cura di lasciare circa 1 centimetro di spazio dal bordo.

Chiudete i vasetti e lasciare raffreddare.

Una volta che i vasetti saranno raffreddati, riporli  in un luogo fresco e buio.

Attendere almeno un mese prima di consumare la marmellata.

Se si utilizzano barattoli con tappi a vite, una volta invasata  la marmellata calda, chiudere  bene i tappi senza stringere troppo e lasciare raffreddare.

Con il calore del composto si creerà il sottovuoto, che permetterà di conservare il prodotto a lungo.

Una volta che i barattoli si saranno raffreddati, verificare se il sottovuoto è avvenuto correttamente: premendo al centro del tappo e, se non sentirete il classico “click-clack”, il sottovuoto sarà avvenuto.

Una volta che avete verificato che la conservazione è andata a buon fine, la  marmellata di cipolle di Tropea è pronta per essere gustata.

La marmellata di cipolle di Tropea si conserva per 3 mesi, avendo cura di tenere i vasetti al buio in un luogo fresco e asciutto.
Si consiglia di aspettare almeno 2-3 settimane prima di consumare la confettura.
Per contenere la marmellata, utilizzare dei vasetti a chiusura ermetica non troppo grandi, l’ideale è il vasetto con capacità di 250 ml, poiché quando se ne aprirà  uno, bisognerà consumare la marmellata in 3-4 giorni al massimo, conservandola sempre in frigorifero.

Vedi anche la marmellata di peperoncino calabrese clicca qui!!!!!

Forgot Password

Cucina in Laminato di Quercia Sonoma

375,00 € & Spedizione GRATUITA

PREZZO IN PROMOZIONE CLICCA SULLA FOTO