MAGAZINE

Il meglio del Blog

Rimedi naturali per allontanare le mosche.

Le mosche, unite al caldo, si trasformano in un vero e proprio fastidio, in particolare mentre vi trovate a tavola o durante la notte, per cui nasce l’esigenza di tenerle lontane dalle stanze della casa. utilizzando dei rimedi naturali.

Cio’ si può ottenere ricorrendo ai classici insetticidi spray, in commercio, pericolosi soprattutto nel caso con voi vivano dei bambini e animali domestici, nocivi anche all’ambiente e a volta anche costosi; o provare a sostituirli con dei rimedi naturali che con la loro efficacia saranno in grado di stupire chiunque li utilizzi.
Potrebbe essere sufficiente, ad esempio, tenere a portata di mano una piantina di basilico o dell’olio essenziale di eucalipto ecc.
Così, subito qua di seguito, verranno riportati alcuni metodi efficaci contro le fastidiose mosche, che riescono sempre ad entrare in casa, approfittando di qualsiasi varco disponibile per poterlo fare.

Macerato all’aceto e menta.

Lasciare macerare, per una settimana, in un barattolo con dell’aceto, alcune foglie di menta fresca.
Diluire, poi, in acqua la soluzione così ottenuta ed utilizzare  per spruzzare nelle stanze al fine di lasciare spargere un profumo non amato dalle mosche.

Olio essenziale di eucalipto. (acquistalo su amaonclicca qui)

Per poter applicare questo rimedio bisogna avere a disposizione un bruciaessenze e dell’olio essenziale di eucalipto, il cui profumo, molto buono per noi ma sgradito agli insetti, consentirà di tenere lontane sia le mosche che le zanzare.
Aggiungere nella ciotolina del bruciaessenze cinque gocce di olio essenziale di eucalipto diluite in tre o quattro cucchiai d’acqua ed utilizzare nelle ore in cui le mosche sono maggiormente presenti, ad esempio la sera prima di andare a dormire.

Pepe.

Le mosche non amano molto l’odore del pepe e preferiscono dunque starne lontane. Potrebbe essere quindi utile posizionare sui davanzali o nei luoghi maggiormente interessati dalla loro presenza delle ciotoline ricolme di pepe nero in grani. Oppure molto utile potrebbe essere, posizionare vicino alla finestra una piantina di pepe in vaso.

Limone e chiodi di garofano.

L’odore dei chiodi di garofano viene malamente sopportato dalle mosche, soprattutto se unito al profumo di limone. Posizionare, quindi, nella stanza della casa che si utilizza di più, delle ciotoline con spicchi di limone, nella cui buccia si andranno ad inserire qualche chiodo di garofano.

Sacchetto trasparente.

Si pensa che le mosche si spaventino e si allontanino nel vedere la propria immagine riflessa.
Sarebbe dunque utile, provare ad appendere vicino alle porte o alle finestre delle buste di plastica trasparente da riempire con dell’acqua. Un rimedio simile può essere attuato utilizzando delle bottiglie di plastica. Inoltre aggiungere una monetina nel sacchetto o nella bottiglia possa essere d’aiuto.

Basilico.

Tra le piante in grado di allontanare le mosche, emerge particolarmente il basilico.
Per cui, può essere utile, provare  a tenerne un vaso sul davanzale della finestra da cui gli insetti preferiscono entrare.
In genere si tratta della finestra della cucina, sia perché in estate viene tenuta aperta più spesso, sia perché le mosche possono essere attirare dagli odori degli alimenti. Non sopportano però,  il profumo del basilico, dal quale preferirebbero tenersi  alla larga.
In più, applicando questo metodo si potrà avere sempre a disposizione delle foglioline fresche per preparare un ottimo pesto o per altri condimenti.

Insetticida casalingo.

Si può provare a sostituire  i comuni spray insetticidi con una soluzione d’acqua e sapone liquido o detersivo per i piatti. Basta diluire un cucchiaio di detersivo in mezzo litro d’acqua e spruzzare solo quando estremamente necessario.

Trappola per le mosche.

Un altro rimedio da effettuare in casi estremi, consiste nel preparare una trappola per mosche riempiendo un barattolo di vetro per metà con aceto di mele, un quarto di sapone liquido ed acqua fino al riempimento.
Le mosche dovrebbero essere attirate dall’odore dell’aceto e rimanere intrappolate.

Pot-pourri

Preparare delle ciotoline da riempire con del pot-pourri realizzato utilizzando fiori essiccati di lavanda e pepe nero in grani. Profumare poi,  aggiungendo dieci gocce di olio essenziale di eucalipto e dieci gocce di olio essenziale di citronella. Mescolare il tutto con una bacchetta di legno.

Carta moschicida fai-da-te.

Si tratta di un rimedio adatto per chi preferisce sostituire la comune carta moschicida, che invece, impregnata di sostanza chimiche, potrebbe risultare pericolosa soprattutto in presenza di bambini.
Essa può essere realizzata spennellando delle strisce di carta con una miscela di acqua, zucchero e aceto di mele.

Forgot Password

Cucina in Laminato di Quercia Sonoma

375,00 € & Spedizione GRATUITA

PREZZO IN PROMOZIONE CLICCA SULLA FOTO