MAGAZINE

Il meglio del Blog

Cocciniglia e rimedi naturali

La cocciniglia è un insetto molto comune, diffuso in tutto il mondo.
Ed è spesso una fonte di problemi per i giardini, soprattutto nelle zone più calde e secche.
In estate le infestazioni di questi insetti, possono diventare una vera e propria emergenza, provocando la morte di fiori e piante ornamentali, arrivando addirittura a distruggere interi raccolti.
Infatti questi insetti proliferano su ogni tipo di pianta attaccandone ogni parte: foglie, rami, fusto, fiori, frutto.

Cocciniglia cotonosa, farinosa e cocciniglia a zampe.

La cocciniglia approfitta dei periodi caldi e secchi, per attaccare e distruggere le piante, riuscendo ad annientare interi raccolti.
È conosciuta anche con il nome di cocciniglia cotonosa per la sua capacità di assomigliare ad un manto spesso e bianco.
Questa specie chiamata cotonosa attacca legumi piante ornamentali e agrumi.
Esiste anche un altro tipo diffuso di cocciniglia, cioè la cocciniglia a zampe corte che attacca altre piante ornamentali e l’ulivo;
mentre le cocciniglie farinose attaccano invece piante ornamentali piante di agrumi la vite e il fico.

La cocciniglia può essere individuata in modo semplice, basta osservare le piante; in genere la sua presenza è accompagnata da una serie di piccole macchie bianche sulle foglie.
Si tratta di insetti non più lunghi di pochi millimetri, ed è per questo necessario fare molta attenzione per individuarla.
Purtroppo sono insetti molto resistenti, al punto che molti pesticidi risultano inefficaci.
Per questo motivo e per preservare l’ambiente, negli anni si sono diffusi molti rimedi naturali che aiutano a combatterla.

Tanta acqua
La cocciniglia teme soprattutto l’abbondanza d’acqua e le basse temperature.
Prima che l’insetto attacchi le piante, in periodi caldi, è bene quindi innaffiarle in maniera frequente.
Infatti il loro principale nemico sono i temporali estivi.
Bisogna sapere inoltre che con un ambiente ricco d’acqua, le cocciniglie saranno sfavorite nella riproduzione e propagazione. Quando si tratta di piante da interno, bisogna cercare di mantenere il giusto grado di umidità nell’ambiente.

Asportazione manuale
Quando le piante sono state già attaccate dalla cocciniglia, il primo passo è rimuovere manualmente gli insetti, avendo cura di guardare bene tutta la pianta, visto che possono annidarsi ovunque.
Una volta rimossi i parassiti, è utile disinfettare tutti i piccoli fori che hanno lasciato sulle piante, utilizzando un po’ di cotone imbevuto d’alcool, per scongiurarne la riproduzione.

Sapone di Marsiglia
Se i primi due metodi non dovessero funzionare, è possibile passare a metodi più ‘invasivi’, come il sapone di Marsiglia.
È importante scegliere sapone di Marsiglia naturale al 100%.
Può essere preparato o sotto forma liquida, diluendo 20/30 cc di prodotto per ogni litro d’acqua; oppure in forma solida, invece, saranno diluiti 10/20 grammi di sapone in un litro d’acqua.

Una volta preparato, applicarlo direttamente sugli insetti, nelle ore serali. Se il rimedio non ha effetto immediato, ripetere l’operazione ogni 3-5 giorni.
Inoltre per il debellamento della cocciniglia, si può utilizzare uno spruzzino con una miscela di acqua e 30 gocce di tea tree oil, un olio derivato dalla Melaleuca alternifolia, o una soluzione di acqua e due cucchiaini da tè di propoli.

Piretro
Quando ripuliamo una pianta dalla cocciniglia cerchiamo di rimuoverla completamente, controllando in particolare nelle zone buio e prive di aerazione, quali le ascelle fogliari o il centro delle rosette di foglie, poichè probabilmente vi sono delle uova depositate.
È necessario ripulite bene una pianta dalla cocciniglia, cercando di rimuoverla completamente; ma se non si riesce a fare ciò è consigliabile utilizzare un insetticida naturale specifico come una soluzione di macerato a base di Piretro.

Aglio e cipolla
Ottimi rimedi naturali contro l’insetto possono essere cipolla e aglio.
Basta tritare cento grammi di aglio o cipolla in 10 litri d’acqua e spruzzare la soluzione sulle foglie e sulle altre parti malate della pianta.
Inoltre è possibile anche seminare degli spicchi d’aglio, già germogliati, proprio intorno alle piante infestate da cocciniglia.
Così facendo, le radici della pianta riceveranno una sorta di disinfezione naturale.

Forgot Password

Cucina in Laminato di Quercia Sonoma

375,00 € & Spedizione GRATUITA

PREZZO IN PROMOZIONE CLICCA SULLA FOTO