MAGAZINE

Il meglio del Blog

Ricetta per la sangria

La sangria nata nella penisola iberica, è una bevanda sempre più presente nei vari aperitivi; infatti oltre ad essere buonissima è anche molto facile e semplice da preparare, basta solo utilizzare ottima frutta di stagione, vino e spezie.

Esistono diverse varianti di ricette per la preparazione della sangria, l’importante è la scelta degli ingredienti di prima qualità,
altro requisito importante è che deve essere servita fredda e preparata con un po’ di anticipo perché tutti i sapori hanno bisogno di tempo per miscelarsi.
Insomma questa è un’ottima ricetta da fare per poter organizzare un aperitivo perfetto e di sicura riuscita da offrire in ogni occasione a parenti o amici.

Il vino giusto per la sangria è un vino giovane, di buona qualità, non astringente, dal retrogusto fruttato e molto profumato.
Anzi, in commercio e quindi nei supermercati, si possono trovare dei vini specifici per sangria.
La sangria classica è preparata con un vino rosso, ma esiste anche una variante chiara, tipica della regione della Catalogna, dal gusto più delicato preparata con vino bianco.

La sangria originale viene preparata con pesche, mele, arancia e limone e poi si allunga con il succo di arancia, preferibilmente ricavato dalle arancine fresche ( anche se non sono di stagione) e quindi è bene evitare quello già confezionato.

Però ci sono molte varianti della sangria in cui possono essere utilizzati anche altri tipi di frutta; come quella in cui si usano le fragole e  i frutti di bosco dal gusto buonissimo.

Sicuramente non devono mancare nella sangria perfetta il profumo delle spezie.
Quindi bisogna aggiungere, nella preparazione delle stecche di cannella, e non la polvere, e qualche chiodo di garofano, ma senza esagerare per non alterare il gusto.

Per la preparazione della sangria non si usa solo il vino ma anche altri ingredienti alcolici, tipo il  cointreau, del brandy; ovviamente tutto dipende dal gusto personale e anche per le proporzioni, individualmente si sceglie quanto deve essere forte.

Sicuramente la sangria, come tutti i cocktail alcolici, va bevuta con moderazione perché non è una semplice macedonia di frutta.

Acqua, succo di frutta o gazzosa
Inoltre, prima di essere servita la sangria  viene diluita con una parte non alcolica, che può essere del succo di arancia; però si può alleggerire il sapore del vino e della frutta con della semplice acqua freddissima o della gazzosa donando così alla sangria, anche un tocco frizzante.

Procedimento

Per prima cosa tagliare a cubetti due pesche noci e una mela e affettare abbastanza sottilmente un’arancia e un limone.

In un grosso recipiente di vetro versare mezzo litro di vino rosè e mescolare con 120 gr di zucchero, 2 stecche di cannella e 4 chiodi di garofano.

Aggiungete poi del succo di arancia o limone e 50 gr di cointreau o brandy e lasciare riposare tutto per una notte ( cosa ideale) o per qualche ora, in frigorifero.

Al momento di servire aggiungere altri 500 ml di vino e 300 ml di acqua o gazzosa o succo di arancia.

Per servire la sangria, bisogna scegliere
dei bicchieri capienti e mettere all’interno prima la frutta con un mestolo e poi la parte liquida.

Servire con una cannuccia e un cucchiaino e decorare con una spolverata di cannella se vi piace che si senta tanto questa spezia.

In più, per chi piace molto fredda, si può servire  a parte qualche cubetto di ghiaccio.

Consigliamo anche di provare il liquore di sambuco clicca qui!!!!

Forgot Password

Cucina in Laminato di Quercia Sonoma

375,00 € & Spedizione GRATUITA

PREZZO IN PROMOZIONE CLICCA SULLA FOTO