MAGAZINE

Il meglio del Blog

Come sbiancare e disinfettare i cuscini.

I cuscini sono da sempre utilizzati, non solo poggiare sopra la propria testa per riposare bene, ma anche da mettere dietro la schiena per sedersi più comode, sotto le gambe ed altri modi poiché sono davvero utili per il benessere e il confort quotidiano.

Ma con il passare del tempo, i cuscini possono ingiallirsi, macchiarsi e accumulare polvere, forfora, sudore e cattivo odore, portare prurito è naso chiuso, per cui nasce l’esigenza di sbiancare e disinfettare i cuscini.

Per poter sbiancare e disinfettare i cuscini esistono dei metodi molto efficaci e semplici da eseguire.

  • Lavare un cuscino alla volta in lavatrice o al massimo 2, e poi, quando il programma di lavaggio è terminato, azionare più volte la centrifuga per eliminare l’acqua residua dal cuscino oppure utilizzare l’asciugatrice per un’asciugatura migliore. Oppure è un’ottima idea, nel caso non si abbia l’asciugatrice, utilizzare l’essiccatore di una lavanderia a gettoni.
  • Per perfezionare l’asciugatura mettere il cuscino in orizzontale sopra i fili di uno stendino all’aria aperta. L’asciugatura avrà una durata diversa a seconda della stagione, precisamente bisognerà attendere alcune ore in estate oppure fino a 2, 3 o 4 giorni nelle stagioni più fredde; per cui durante l’inverno e l’autunno è preferibile posizionare lo stendino in casa nei pressi di una fonte di calore, come il termosifone, il calorifero o il camino, o vicino al deumidificatore.
  • Aggiungere una pallina piena di candeggina e un’altra colma di cristalli di soda da bucato, detta anche carbonato di sodio, nel cestello della lavatrice assieme al cuscino da lavare oppure usare una sola pallina in cui versar ½ di aceto di vino bianco e ½ di bicarbonato di sodio per ottenere lo stesso una pulizia profonda.
  • Mettere i cuscini in ammollo prima del lavaggio con dell’acqua, della candeggina e del carbonato di sodio. Inoltre è anche possibile sostituire la candeggina e il carbonato di sodio con una tazza di bicarbonato di sodio.
  • Diluire un cucchiaio di aceto di vino bianco o di succo di limone in 200 ml di acqua tiepida così da pretrattare le macchie dei cuscini prima del lavaggio.
  • Pretrattare i cuscini con bicarbonato di sodio mescolato con poca acqua e qualche goccia di tea tree oil per sbiancarli e disinfettarli allo stesso tempo.

Come lavare e far asciugare i cuscini.

Bisogna lavare un solo cuscino per volta in lavatrice, o al massimo 2, rispettando le istruzioni riportate sull’etichetta.

È bene utilizzare un programma a bassa temperatura, ad esempio un programma delicato a 30° C oppure uno a 40° C, a meno che le istruzioni non prevedano il lavaggio a 60° C , sicuramente più idoneo per uccidere gli acari.

Inoltre bisogna evitare di aggiungere l’ammorbidente, altrimenti il contenuto del cuscino si appiccicherà, e bisogna fare un risciacquo o 2 in più per essere sicuri di aver eliminato completamente il detersivo.

È consigliabile utilizzare un detergente liquido delicato e senza profumo per eliminarlo più facilmente di quello in polvere e soprattutto per non avere reazioni allergiche quando ci si poggia di sopra.

Se dopo il primo lavaggio, il cuscino è ancora sporco perché le macchie sono ostinate, bisogna effettuare un altro lavaggio o magari più di uno finché non diventa perfettamente pulito.

Per quanto riguarda l’asciugatura, si deve azionare più volte la centrifuga fino a che il cuscino non si sia liberato dall’acqua residua.

Oppure se si ha l’asciugatrice si può usare quest’ultima, questa è in grado di rendere il cuscino ben asciutto e di nuovo soffice e morbido, avendo cura che la temperatura non sia troppo alta poiché alcuni materiali potrebbero rovinarsi o rompersi.

Infine per completare l’asciugatura disporre il cuscino in orizzontale per diverse ore sopra i fili di uno stendino posto vicino a una fonte di calore, evitando contatto con la stessa, oppure all’aperto in giardino o sul balcone, per ottenere un profumo di fresco.

Bisogna sapere anche che il sole aiuta a schiarire i cuscini, quindi è utile mettere lo stendino in pieno sole, però se il cuscino contiene piume tale decisione potrebbe non essere consigliabile, difatti si sciuperebbero.

È necessario ricordarsi, per rendere uniforme l’asciugatura, di scuotere ogni tanto il cuscino e rivoltarlo sul lato opposto.

Candeggina e cristalli di soda per sbiancare e disinfettare i cuscini.

Per sbiancare e disinfettare in modo super efficace i cuscini è utile aggiungere una pallina piena di candeggina e un’altra colma di cristalli di soda da bucato nel cestello della lavatrice insieme al cuscino da lavare.

La soda da bucato, detta anche carbonato di sodio, deterge, igienizza, sbianca ed elimina i cattivi odori, inoltre costa poco ed è ecologica, mentre la candeggina smacchia, purifica e dona brillantezza.

Per ottenere lo stesso risultato si possono usare insieme in una pallina l’aceto di vino bianco e il bicarbonato di sodio.

Cuscini in ammollo prima del lavaggio.

I cuscini più ingialliti e sporchi possono essere immersi nell’acqua della vasca da bagno o di un’ampia vaschetta da bucato per una notte intera, con l’aggiunta di una tazza di candeggina e di una tazza di cristalli di soda così da sbiancarli e disinfettarli efficacemente.Inoltre l’ammollo dei cuscini può essere fatto anche sciogliendo una tazza di bicarbonato di sodio in circa 4 litri di acqua.

Naturalmente dopo aver eseguito uno di questi trattamenti, i cuscini devono essere lavati in lavatrice come è stato descritto precedentemente .

Sbiancare i cuscini con l’aceto di vino bianco.

Per poter sbiancare i cuscini è molto efficace diluire un cucchiaio di aceto di vino bianco in 200 ml di acqua tiepida e poi pretrattare le macchie o l’ingiallimento con tale soluzione prima del lavaggio lasciandolo agire per circa 15 minuti.

Per ottenere lo stesso scopo, si può utilizzare anche l’acqua ossigenata, ma solo sui cuscini bianchi.

Strofinare i cuscini con il bicarbonato di sodio per sbiancarli.

I cuscini ingialliti o macchiati possono anche essere sbiancati, disinfettati e smacchiati strofinandoli con un composto fatto con bicarbonato di sodio e poca acqua con l’aiuto di uno spazzolino, un panno o una spugna.

Questo composto va lasciato agire per circa 15 o 20 minuti e poi risciacquato con acqua tiepida.

Dopo aver eseguito questo trattamento, è possibile proseguire con il lavaggio in lavatrice e poi con l’asciugatura.

Forgot Password

Cucina in Laminato di Quercia Sonoma

375,00 € & Spedizione GRATUITA

PREZZO IN PROMOZIONE CLICCA SULLA FOTO