Pubblicità

MAGAZINE

Il meglio del Blog

Marmellata di ciliegie.

ricetta marmellata ciliegie semplice

marmellata ciliegie

ricetta marmellata ciliegie semplice

Nel linguaggio comune per marmellata si intende una conserva alimentare ottenuta

facendo cuocere e poi raffreddare la polpa macinata di vari frutti o ortaggi insieme allo zucchero,

senza la presenza di pezzi di frutta, altrimenti non sarebbe più marmellata ma confettura.
In realtà, secondo le attuali norme CEE la parola ‘Marmellata’ si riferisce tecnicamente

solo alle conserve a base di agrumi: come arancia, limone, pompelmo, mandarino e

bergamotto; in cui è possibile utilizzarne sia il succo sia le scorze.
Per preparare le marmellate non c’è bisogno degli addensanti, perché gli agrumi

hanno un forte potere addensante naturale. Mentre tutte le altre conserve a base di

frutta, invece, sono da definirsi ‘Confetture’.


Oggi la marmellata non si usa solo per fare colazione al mattino, accompagnata con burro

e fetta biscottata o con la crostata o in una brioche ma anche per preparazioni salate.
Infatti la marmellata si accosta benissimo anche con i formaggi o con la carne a secondo del gusto.
Fare la marmellata in casa è un ottimo metodo per conservare i frutti tipici di una stagione per

poterli poi gustare in tutto l’anno.
Qui di seguito andremo a vedere la marmellata di fragole, facilissima da realizzare

e da un gusto irresistibile.

INGREDIENTI:
2 kg di ciliegie ( per poter ottenere 1 kg di polpa)
200 cl di acqua
850 gr di zucchero
1 limone biologico
Vasetti precedentemente sterilizzati

In un pentolino mettere 200 cl di acqua più 100 gr di zucchero, più il succo del limone e

spostarlo sul fuoco e far bollire per 7/8 minuti.

Dopo di che aggiungere un kg di ciliegie ( senza nocciolo ovviamente ) e far cuocere a fuoco

basso finché le ciliegie non si infilzano con una forchetta.

A questo punto si aggiunge il resto dello zucchero e lo si fa sciogliere a fuoco lento

e girando con un mestolo.

Dopo che lo zucchero si è sciolto si può decidere se frullare ( non del tutto però)

il composto con un frullatore ad immersione o lasciare la consistenza così com’è.

Si fa cuocere ancora per un quarto d’ora circa o comunque fino alla densità desiderata.
Mettere nei vasetti di vetro, quando è ancora calda ( appena pronta), sterilizzati

precedentemente, chiudere il coperchio e  mettere il vasetto con il coperchio sul piano,

per 10 min e poi si capovolge con il coperchio in su, così da creare il sottovuoto.

La marmellata ben fatta si può conservare fino a un anno.

Ti potrebbe interessare:

Marmellata di fragole

Torta nera alle mandorle ( riciclo uova di Pasqua)

Salame al cioccolato bianco ( riciclo uova di Pasqua)

Forgot Password