Home » Coronavirus e rifiuti domestici

Coronavirus e rifiuti domestici

by Piero
0 commento 3 Minuti Leggi

Il gruppo “Comunicazione Nuovo Coronavirus” dell’Istituto superiore di sanità ha diffuso una serie di indicazioni su come raccogliere e gettare i rifiuti domestici, quindi alla gestione dei rifiuti urbani.
Le indicazioni sono diverse a seconda se si sia positivi al coronavirus o in quarantena obbligatoria o se si sia negativi al tampone e non in quarantena.
Federica Scaini, ricercatrice Iss, dice che questa è una guida per chi sta a casa o deve assistere un paziente positivo in isolamento domiciliare, per smaltire facilmente il rifiuto domestico. Regole valide anche per i volontari che raccolgono i rifiuti fuori alla porta di chi è malato e vive solo.
L’istituto superiore di sanità dice che ama momento non è noto il tempo di sopravvivenza di un rifiuto domestico dei coronavirus in particolare e del virus Sars-Cov-2 ( secondo i dati raccolti il virus si disattiverebbe da pochi minuti a un massimo di nove giorni ) ma sicuramente sussiste una elevata percezione del rischio da parte della popolazione italiana e anche fra gli operatori coinvolti nella raccolta dei rifiuti urbani.

Se si è positivi al tampone o in quarantena obbligatoria.

In queste circostanze, i rifiuti andrebbero trattati come quelli ospedalieri con idonei imballaggi a perdere e una azienda specializzata che li raccoglie e li smaltische. Però tutto ciò a casa è impossibile. Per cui si seguiranno le seguenti regole.
        ⁃       I rifiuti non verranno più differenziati.
        ⁃       Mettere i rifiuti in due o tre sacchetti di plastica, uno all’interno dell’altro, e cestinare in un contenitore a pedale per l’indifferenziata.
        ⁃       Tutti i rifiuti vanno buttati contemporaneamente( vetro, carta, plastica ecc ) nello stesso contenitore dell’indifferenziata.
        ⁃       Anche i fazzoletti o i rotoli di carta, le mascherine, i guanti, e i teli monouso vanno gettati nello stesso contenitore per la raccolta indifferenziata.
        ⁃       I sacchetti vanno chiusi, indossando i guanti monouso, non vanno schiacciati e vanno legati con gli appositi lacci del sacchetto o scotch. I guanti utilizzati vanno poi buttati nei sacchetti della prossima indifferenziata, bisogna poi lavare e disinfettare le mani.
        ⁃       I rifiuti vanno smaltiti ogni giorno.
        ⁃       Gli animali da compagnia non devono accedere ai locali dove sono contenuti i sacchetti di rifiuti.

Se non si è positivi e non si è in quarantena.

        ⁃       Bisogna continuare a fare la raccolta differenziata come si è sempre fatto.
        ⁃       Usare fazzoletti di carta se si è raffreddati e buttarli nell’indifferenziata.
        ⁃       Bisogna buttare guanti e maschere utilizzate nell’indifferenziata.
        ⁃       Per i rifiuti indifferenziati utilizzare due o tre sacchetti possibilmente resistenti (uno dentro l’altro) all’interno del contenitore che usa abitualmente e chiudere bene il sacchetto.
        ⁃       Smaltire i rifiuti come si fa con un sacchetto di indifferenziata.

You may also like

Lascia un commento

Nel blog si parlerà un po’ di tutto quello che può interessare alle famiglie, bambini, salute, curiosità, benessere, informazione e ricette.

Scelti da noi

Articoli Recenti

ealcubo.org Right Reserved.

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?
-
00:00
00:00
Update Required Flash plugin
-
00:00
00:00