MAGAZINE

Il meglio del Blog

Corona virus: perdita di gusto ed olfatto.

Anche se è comunemente risaputo che il Coronavirus possiede come sintomi principali febbre e difficoltà respiratorie;
esiste un nuovo studio, ancora in corso, secondo il quale circa la metà dei pazienti con coronavirus manifesta nausea, vomito o diarrea prima ancora di avere la febbre; dimostrando quindi che i problemi legati all’apparato digerente, potrebbero essere i primi segni di infezione da Covid-19. Per cui non andrebbero sottovalutati.
In più, secondo alcuni esperti inglesi, il Coronavirus, non porterebbe con se solo sintomi come febbre e tosse,non solo vomito e diarrea, ma probabilmente anche perdita del gusto e dell’olfatto: sintomi noti come “anosmia” e “iposmia”.
Infatti, la British Association of Otorhinolaryngology (ENT UK), analizzando i dati forniti dalla Corea del Sud, dalla Cina e dall’Italia, ha suggerito che molti pazienti con Covid-19 potrebbero aver subito una perdita dell’olfatto pur essendo pressoché asintomatici.
Per cui hanno chiesto alle autorità di consigliare a chiunque abbia una perdita di quei due sensi di auto-isolarsi.
In più, sempre secondo gli studiosi, i giovani potrebbero avere maggiori probabilità di portare la malattia senza presentare i sintomi più comuni di febbre e tosse.

Partendo dal presupposto che il più evidente punto di ingresso per il coronavirus siano occhi, naso e gola, I medici del British Association of Otorhinolaryngology, tenuto conto che il punto di ingresso del virus siano naso, gola e occhi, ritengono la perdita del senso dell’olfatto e del gusto come nuovo sintomo; quindi le persone senza altri sintomi ma con la sola perdita di gusto e olfatto dovrebbero auto-isolarsi per ridurre la diffusione del virus.
Infatti, qualsiasi persona che subisca un’improvvisa perdita dell’olfatto potrebbe essere un “portatore sano” del coronavirus, anche se non ha altri sintomi.
Si evince dai dati raccolti, in Corea del Sud, in Cina e in Italia, che circa un terzo dei pazienti che sono risultati positivi al test Covid-19 hanno anche riferito di una perdita dell’olfatto, nota come anosmia o iposmia.
Il presidente della British Rhinological Society Professor, Clare Hopkins, afferma che in Corea del Sud, il 30% dei pazienti risultati positivi al virus, in casi lievi, hanno avuto l’anosmia come principale sintomo.
I professori hanno dichiarato che molti contagiati in tutto il mondo, quindi positivi per Covid-19, presentano solo i sintomi della perdita dell’olfatto e del gusto, senza i sintomi più comunemente riconosciuti di febbre alta e tosse.
Infatti si è verificata una crescita rapida del numero di segnalazioni di pazienti che presentano anosmia in assenza di altri sintomi.
La mancanza di altri sintomi riconosciuti in questi casi può significare che è improbabile che vengano testati e isolati, il che significa che potrebbero contribuire alla rapida diffusione della malattia in tutto il mondo.
Inoltre i medici inglesi hanno concluso che questi pazienti possono essere alcuni dei portatori finora nascosti che hanno facilitato la rapida diffusione di COVID-19.

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password

    Cucina in Laminato di Quercia Sonoma

    375,00 € & Spedizione GRATUITA

    PREZZO IN PROMOZIONE CLICCA SULLA FOTO