Pubblicità

MAGAZINE

Il meglio del Blog

Le novità sull’ultimo decreto: bonus sociale, Iva al 5% e oneri di sistema sul gas.

bonus sociale

Il nuovo decreto bollette appena approvato dal governo prevede:
l’eliminazione degli oneri di sistema sul gas fino a giugno,
proroga del taglio dell’Iva al 5% per il secondo trimestre del 2023,
un credito di imposta fino al 30 giugno per le imprese energivore.

Questo nuovo decreto che è il quinto contenente aiuti per famiglie e imprese utile a fronteggiare la pesante crisi economica scatenata da pandemia e guerra in Ucraina, prevede

l’eliminazione degli oneri di sistema sul gas fino a giugno e il ritorno di  quelli sull’elettricità.

Dalle bozze del nuovo decreto non risultano solo misure per riuscire a contrastare i rincari sull’energia, pur rappresentando un punto fondamentale del provvedimento, ma riguarderà anche fisco e salute.

Azzerati gli oneri di sistema sul gas e proroga del taglio dell’Iva al 5%.
Sicuramente il caro energia e il contenimento delle bollette, sono i punti fondamentali del provvedimento.
Dunque, ci sarà l’azzeramento degli oneri di sistema sul gas per aprile, maggio e giugno, inoltre verrà anche prorogato il taglio dell’Iva al 5% per il secondo trimestre del 2023.
Però il contributo a favore dei consumatori sarà ridotto fino a 5mila metri cubi, visto che si terrà conto della riduzione dei prezzi del gas naturale all’ingrosso.

Tornano invece gli oneri sull’elettricità, che erano stati finora eliminati.

Credito di imposta fino al 30 giugno per le imprese energivore.
Un’altra misura relativa al campo energetico, interesserà il credito di imposta fino al 30 giugno riferito alle imprese che consumano molto, denominate energivore.
Per questo tipo di imprese, indicate in un elenco pubblicato dalla Cassa per i servizi energetici e ambientali, sarà riconosciuta una parziale compensazione dei maggiori

oneri sostenuti, un contributo straordinario, sotto forma di credito d’imposta.

Confermato il bonus sociale luce e gas nel decreto bollette 2023.

Anche il bonus sociale luce e gas, per il secondo trimestre dell’anno, viene confermato; quindi sarà possibile ancora usufruire delle agevolazioni relative alle tariffe per la

fornitura di energia elettrica da parte dei clienti domestici svantaggiati dal punto di vista economico e dai clienti domestici con gravi problemi di salute. Inoltre è previsto un contributo

anche per le famiglie che non hanno diritto di usufruire del bonus sociale, nel caso in cui le bollette resteranno elevate.
Infatti, il decreto prevede, in attesa della definizione delle misure pluriennali, un contributo che verrà erogato in quota fissa e differenziato a seconda alle zone climatiche, per i mesi di

ottobre, novembre e dicembre, nel caso in cui il prezzo del gas naturale sul mercato all’ingrosso supererà una certa soglia

Ti potrebbe interessare:

Assicurazione sulla vita: cos’è e come funziona.

Mutui Inps, nuove regole per dipendenti pubblici e pensionati.

Manovra 2023: i bonus in arrivo per le famiglie.

richiesta bonus luce e gas, bonus sociale 2023, bonus bolletta elettrica, bonus sociale bollette,

Forgot Password