Pubblicità

MAGAZINE

Il meglio del Blog

Come addobbare l’albero di Natale, le regole di cui tener conto.

addobbare l’albero di natale

Scegliere il giusto albero.
È’ fondamentale scegliere un albero che si adatti ai propri spazi, infatti non deve essere troppo grande perché risulterebbe sproporzionato e neanche troppo piccolo e al tal proposito si deve sapere che se si tratta di un albero da appoggiare al pavimento, la regola dice che la punta deve arrivare almeno a 50 centimetri dal soffitto.
Inoltre se lo spazio è limitato, e’ bene optare per quelli “slim”, più alti ma più stretti.
Poi secondo la tradizione, l’albero andrebbe allestito in un angolo, in modo tale da non ingombrare la stanza ma allo stesso tempo essere ben visibile, in più possibilmente vicino a una finestra così da poterlo ammirare anche da fuori.
Infine occorre lasciare lo spazio per i regali ai suoi piedi.

Aprire i rami con cura ed attenzione.
Questo passo è il più importante dell’intero allestimento, l’apertura dei rami darà all’albero maestosità e quel senso di “pieno” che si deve cercare di ottenere.
I rami devono essere aperti uno a uno ed essere modellati con la punta leggermente all’ingiù.
È consigliabile partire aprendo i rami in basso e salire man mano verso l’alto.

Applicare le luci.
La prima vera decorazione dell’albero di Natale sono le luci, calde o fredde ma l’importante è che si coordinano bene con il resto degli addobbi e ancora meglio se con il resto dell’arredamento.
È possibile anche scegliere per fili di lampadine tradizionali o per luci a led regolabili in intensità e colore
Dopo aver provato se funzionano, si inizia dall’alto e possono essere applicate in due diversi modi: o le si fa scendere lentamente a spirale o in un modo più laborioso e cioè si fa scorrere il filo lungo tutto il ramo, dalla punta al tronco, così da riuscire a dare profondità.
Un ulteriore accorgimento per la scelta delle luci, consiste nel tenere presente anche i più piccoli dettagli, ad esempio se l’albero è bianco perché innevato, si dovrebbe optare per luci con filo bianco o trasparente.

La scelta degli addobbi.
Quando si scelgono gli addobbi, se non si è molto esperti, è meglio limitarsi a due colori.
I più abbinati sono oro e rosso con un pizzico di verde, blu e argento, color legno chiaro e oro.
Mentre, le persone più intraprendenti e coraggiosi, riescono ad abbinare tra di loro più tonalità differenti, addirittura anche sette circa, tutti colori però molto simili, in modo tale da avere un risultato omogeneo.
Stessa regola vale pure per le forme delle decorazioni che devono avere un mood: accanto alle classiche palline, possono esserci decorazioni vintage con immagini d’epoca, o trenini e macchinine o ancora con casette in legno e uccelli.
Così facendo si eviterà un albero troppo pasticciato.

Dare profondità con le decorazioni.
Quando si va ad addobbare l’albero di Natale, bisogna dare anche importanza alla profondità.
Per cui, gli addobbi non devono essere applicati tutti casualmente sulla punta dei rami ma pure verso il tronco così da riempire.
Inoltre, solitamente le palline più grandi devono essere appese in basso e le più piccole in alto, però è possibile anche mescolare le grandezze purché siano distribuite in modo omogeneo.

Nascondere il supporto.
Una volta scelto l’albero e l’angolo in cui posizionarlo, occorre nascondere la base metallica della struttura, cosicché da rendere più bella la visione dell’insieme.
Il supporto si può nascondere mediante un copri-base già pronto o una copertura realizzata con il fai da te drappeggiando un tessuto.

Aumentare il volume.
Certamente un albero con un buon volume è di grande effetto, quindi se il proprio
è un po’ scarno, è buona cosa riempire eventuali spazi vuoti, aggiungendo dei rami in più ed utilizzando elementi che ne possano aumentare la dimensione e la consistenza, come ghirlande o bacche.

Utilizzare la fantasia.
Nella decorazione dell’albero di Natale, ma non solo, elemento fondamentale è sicuramente la fantasia.
Effettivamente per poterlo decorare, non si possono utilizzare solto le classiche palline colorate, ma si possono utilizzare altri oggetti, come:
• fiocchi;
• biscotti;
• disegni;
• pupazzi;
• pigne;
• pacchetti regalo;
• oggettini fatti a mano.

Ti potrebbe interessare:

La Storia di Babbo Natale

Una poesia di Natale, facile, da insegnare ai bambini piccoli.

Albero di Natale realizzato con le pigne.

Forgot Password