Pubblicità

MAGAZINE

Il meglio del Blog

Cosa è necessario sapere prima di mettere lo smalto sulle unghie.

smalto sulle unghie

Mettere lo smalto sulle unghie necessita di molta pazienza e mano ferma, solo cosi facendo si possono ottenere degli ottimi risultati.
Inoltre è importante seguire alcuni piccoli accorgimenti per non commettere alcun errore.

Idratare e preparare con cura le cuticole.
Bisogna iniziare partendo dalle pellicine che si possono trovare ai lati delle unghie e che rovinano esteticamente l’effetto finale.
È consigliabile di non tagliarle, a meno che non si è delle specialiste del settore e non si è in grado di effettuare una manicure professionale, poiché è possibile danneggiarle oppure graffiare la superficie dell’unghia.
La funzione delle pellicine risulta proteggere l’unghia realizzando una vera e propria barriera.
Invece devono essere nascoste applicandovi sopra abbondanti gocce di un olio specifico nutritivo e idratante, soprattutto nel caso in cui le pellicine appaiano secche oppure disidratate.
Poi occorre spingere delicatamente le cuticole con un bastoncino di legno in modo da farle aderire alla pelle del dito.
Dopo aver steso lo smalto, e’ ottima cosa idratare nuovamente le pellicine per una protezione ulteriore.
E’ importante evitare sbavature, per tanto nel caso in cui lo smalto sia finito sulle cuticole oppure sulla pelle stessa del dito, è necessario pulirle utilizzando uno stick imbevuto di solvente.

Perfetta pulizia.
Prima di applicare un nuovo strato di smalto sull’unghia, e’ indispensabile eliminare completamente qualunque traccia di quello precedente.
Insieme ai residui dello smalto precedente e’ necessario eliminare l’umidità, il sebo e lo sporco, visto che impediscono allo smalto di fissarsi sull’unghia.
Quindi prima di procedere a strofinare le unghie con un batuffolo di cotone inumidito con del solvente, si devono lavare ed asciugare accuratamente le mani.
Infine bisogna utilizzare solo solventi naturali privi di sostanze chimiche aggressive, come toluene oppure formaldeide, per poter proteggere la salute e l’integrità dell’unghia.
Solo così si può evitare di indebolire e sfibrare l’unghia.

Preparare le unghie.
Le unghie, prima di essere smaltate, devono essere  preparate, quindi bisogna tagliarle in modo tale che assumano la forma e la lunghezza desiderata ed inoltre limarle per eliminare completamente punte e imperfezioni di vario genere.
Per non rovinare le unghie è fondamentale limare sempre nella stessa direzione e nel verso giusto ed il modo corretto consiste nel limare dall’esterno verso l’interno e dall’alto verso il basso.

Tenere gli smalti lontano dalle fonti di calore e dalla luce.
Per far sì che lo smalto non si danneggi deteriorandosi o che perda consistenza e lucidità, bisogna conservare le boccette nel frigorifero o comunque in un altro luogo fresco e asciutto.
Ecco perché è bene evitare di usare l’acqua calda oppure il phon per rendere più veloce il processo di asciugatura, perché
lo smalto rischia di sciogliersi per via del surriscaldamento e assumere una tinta opaca.
Invece se si vuole velocizzare l’asciugatura dello smalto, bisogna usare l’acqua fredda.

Non agitare la boccetta dello smalto per far sciogliere il prodotto al suo interno.
Agitare la boccetta dello smalto porta alla formazione di bolle d’aria nella tinta e conseguentemente può succedere che lo strato di smalto steso sull’unghia non sia uniforme ma che presenti bolle, rigonfiamenti oppure striature.
Invece il modo corretto è far roteare tra il palmo delle mani la boccetta, così facendo lo smalto si scioglie in maniera graduale e senza la presenza di aria al suo interno grazie al calore delle stesse mani.

Stendere in modo rapido lo smalto, utilizzando la giusta tecnica.
Con il pennellino occorre prelevare la giusta quantità di smalto dalla boccetta, quindi né troppo e né troppo poco.
La dose perfetta è quella necessaria per eseguire tre passate e per coprire l’intera unghia senza fare errori, bisogna stendervi sopra con il pennello una striscia centrale.
Poi completare il tutto applicandone una seconda striscia a sinistra e una terza a destra.
In seguito si lascia asciugare lo smalto senza fare fretta e possibilmente facendo passare qualche minuto in più rispetto al tempo indicato sulla confezione.
Inoltre esiste un trucco per poter ottenere superfici lucide ed è quello di immergere per pochi istanti le unghie dentro una tazza di acqua fredda quando lo smalto sarà quasi asciutto.

Come preparare le unghie prima di mettere lo smalto.
Come già accennato precedentemente, prima di stendere lo smalto sulle unghie, devono essere limate e tagliate ( con delle forbicine specifiche ) in modo tale da ottenere la forma desiderata ed averle ordinate ancora prima di stenderlo.
È consigliabile effettuare un taglio da sinistra verso destra, cioè nello stesso verso in cui si deve passare successivamente la lima.
In questo modo si evita di frastagliare le estremità delle unghie, evitando che si sfaldano o che si spezzino con il passare del tempo.
Una volta tagliato le unghie, le si deve levigare in modo delicato, lucidando la superficie delle stesse in modo da renderla priva di imperfezioni e creste e far sì che sia completamente liscia.

L’operazione di manicure dovrebbe dividersi in quattro fasi utilizzando una nail buffer, ovvero una limetta professionale a mattoncino.
Si tratta di una sorta di piccolo parallelepipedo formato da quattro limette, una per faccia, ognuna con una differente grana, con cui eseguire un trattamento professionale e dare la forma alle unghie fin nei minimi dettagli.
Si inizia modellando le unghie utilizzando inizialmente la limetta dotata della grana più grossa.
Poi si uniforma la superficie usando lo strumento con una grana leggermente più fine.
Al terzo passaggio c’è il livellamento l’eliminazione delle eventuali imperfezioni e creste utilizzando la limetta a grana superficie.
Per finire si passa con il lato morbido della nail buffer per lucidare la superficie.
Questa limetta professionale a mattoncino va usata facendo  un movimento a X, staccandolo dall’unghia tra una passata e l’altra, utile per tutelare l’integrità e la salute dell’unghia nel corso del processo di limatura.
Infatti consente di non limare per un periodo troppo lungo, in modo tale da non provocare un’eccessiva frizione e un elevato calore che possono indebolire la cheratina.
Ultimo accorgimento, ma molto importante, è fondamentale utilizzare soltanto smalto di buona qualità, infatti il risultato finale e la sua durata dipendono moltissimo dalla tipologia di prodotto scelto.
Gli smalti di ottima qualità hanno un prezzo più alto, ma hanno anche il vantaggio di non seccarsi all’interno della boccetta, quindi anche una durata maggiore sia prima che dopo essere stati applicati.

È fondamentale non sottovalutare la composizione degli smalti, visto che alcuni possono contenere dibutilftalato, formaldeide e toluene, sostanze chimiche dannose.
Un utilizzo prolungato e continuato di questi prodotti, può causare lo sfibramento e l’indebolimento delle unghie.

Ti potrebbe interessare:

Come riuscire ad eliminare le macchie di smalto dai vestiti.

Come far durare lo smalto delle unghie più a lungo.

Morbo di Parkinson e il collegamento con la trielina.

Forgot Password