Pubblicità

MAGAZINE

Il meglio del Blog

Bomba calabrese o piccantino

bomba calabrese

Si tratta di una ricetta calabrese, che si tramanda di generazione in generazione, infatti fa parte della cultura gastronomica della regione, che solitamente si basa sulle verdure e sul piccante.
È una preparazione che viene chiamata anche piccantino calabrese, è consiste in un misto di verdure crude trattate in modo tale da risultare molto morbide e, soprattutto, senza di acqua di vegetazione.
E’ una sorta di crema molto saporita e piccante, che può essere mangiata come antipasto o aperitivo, su una bruschetta o un panino.
Le dosi riportate in questa ricetta sono abbondanti, ma in realtà possono essere ridotte a seconda le proprie esigenze.
Una volta preparata bisognerà farla riposare per una trentina di giorni, in un luogo fresco e buio, affinché i sapori si possano consolidare.
Trascorso questo periodo di tempo, potrà essere finalmente gustata.

Ingredienti
Kg 1 e 1/2 di melanzane
Kg 1 e 1/2 di peperoni
200 gr di acciughe salate
10 peperoncini  ( prima tagliati e poi messi sotto sale per 24 ore dentro un colino per fare perdere acqua )
1 manciata  di capperi dissalati
20 pomodori secchi sott’olio
Basilico e prezzemolo q.b. ( tritato e messo a colare  con un po’ di sale )
2 spicchi aglio
Sale grosso
Aceto bianco

Procedimento

Tagliare tutte le verdure a fette e metterle dentro un colapasta alternandole con sale grosso. 

Mettere sopra un peso per 24 ore.

Passate le 24 ore, strizzare le verdure e metterle per 12 ore sotto aceto.

Strizzare bene, l’ideale sarebbe utilizzare un piccolo torchietto.

Tritare tutto grossolanamente, aggiungere le acciughe dissalate e asciutte, i capperi, i pomodori, aglio, prezzemolo, basilico e peperoncino.

Mescolare e mettere olio tanto quanto basta per amalgamare bene il tutto.

Mettere dentro un contenitore con chiusura ermetica e conservare in frigo per almeno 1 settimana.

Dopo aver fatto ciò,  invasare il composto in dei barattoli con chiusura ermetica e sterilizzare i vasi per 30 minuti.

Consumare dopo un mese di riposo.

Ti potrebbe interessare:

Fagiolini sott’olio: ricetta calabrese.

Cannelloni ripieni: ricetta calabrese.

Crema di peperoncino, ricetta calabrese.

Forgot Password