MAGAZINE

Il meglio del Blog

Come togliere lo slime dai vestiti.

Giocare con lo slime è una delle attività più amate dai bambini, si tratta di una pasta morbida, a volte appiccicosa, da modellare e con svariate colorazioni. Venne inventato negli anni ’90 e divenne da subito molto popolare, infatti lo slime ha conquistato intere generazioni fino ad oggi che ne esistono sia versioni commerciali che ricette per ricrearlo in casa.

Effettivamente ne esistono di ogni tipo: profumati, colorati, viscidi, soffici, gelatinosi, morbidi, a tema, con palline, brillantini e di ogni misura.

È molto divertente giocarci, è anche un eccellente antistress, stimola la creatività e la fantasia; proprio per tutte queste qualità alla fine piace sia ai grandi che ai bambini.

Purtroppo, però, questo tipo di prodotto così malleabile e appiccicoso ha un difetto, cioè può aderire inavvertitamente ai tessuti; così può risultare molto difficile da eliminare.

Ma è utile sapere che esistono dei semplici rimedi naturali da poter utilizzare per eliminare lo slime dai tessuti.

Sicuramente però, anche se i rimedi sono semplici e fai da te, non è altrettanto semplice e piacevole sfregare via lo slime dai vestiti, per cui è consigliabile fare indossare ai bambini un bel grembiule o un abbigliamento semplice da casa che pur se si rovina non è un grave problema;

avendo cura anche di poggiarsi su un tavolo da gioco dove lo slime non si appiccica.

Per esperienza personale, avendo due bambini, so per certo che è uno dei pochi giochi “manuali” che li tiene davvero impegnati per molto tempo, inoltre permette loro di divertirsi in modo libero e sperimentare con questi strani materiali e consistenze, perciò mi dispiace vietare loro di giocarci; pur consapevole però, che nonostante le raccomandazioni di prestare attenzione ai vestiti e tessuti in generale, sicuramente qualcosa verrà macchiata con lo slime.

Prima di utilizzare i diversi rimedi naturali per togliere lo slime dai vestiti, è necessario verificare la resistenza del colore e dei tessuti, poiché anche le soluzioni naturali, possono risultare dannose su tessuti particolarmente delicati.

Quindi per poter agire nel migliore dei modi, basta leggere le indicazioni riportate sull’etichetta.

Inoltre visto che è davvero faticoso togliere lo slime dai vestiti, è necessario intervenire tempestivamente prima che sia secco ed incrostato.

Come togliere lo slime dai vestiti.

Pretrattamento.

Per iniziare bisogna provare a “grattarlo” via in modo delicato, con la punta di un coltello o qualcosa di liscio e resistente facendo ovviamente attenzione a non rovinare anche il tessuto sotto.

Così facendo si potrà togliere lo slime in eccesso.

Sapone di Marsiglia.

Un metodo efficace per eliminare lo slime dai tessuti, quando la macchia è ancora fresca, è quello di utilizzare acqua e sapone di Marsiglia.

Il sapone di Marsiglia, oltre ad essere delicato sulle fibre, ha una azione efficace contro le sostanze grasse; effettivamente le paste da modellare, presentano sempre una componente oleosa.

Basterà realizzare una soluzione in due parti uguali di acqua fredda e sapone, da spargere sul tessuto.

Bisogna usare acqua fredda poiché lo slime tende a solidificare alle basse temperature, facilitandone così la rimozione.

Una volta tolta la pasta, si può quindi procedere con il normale lavaggio a mano o in lavatrice.

Aceto bianco e bicarbonato.

Un altro rimedio molto efficace per togliere lo slime dai tessuti, anche quando inizia a seccare, è ricorrere all’aceto. L’aceto come al sapone, agisce sulla parte oleosa della pasta.

Se la parte da trattare è di piccole dimensioni, si può versare direttamente l’aceto freddo sui tessuti.

Altrimenti si può procedere con un batuffolo di cotone e tamponare ripetutamente.

Dopodiché, si può lavare.

Il bicarbonato, è utile per trattare quei tessuti che non possono essere lavati a casa, come i grandi tappeti.

Bisogna sapere che quando si rimuove lo slime, si rischia di dover convivere con dei fastidiosi aloni.

Quindi è utile creare una miscela di acqua e bicarbonato, anche se per i tappeti è bene utilizzare una soluzione secca.

La polvere dovrà essere depositata sulla superficie per qualche ora, per poi essere rimossa con l’aspirapolvere.

Trattamento a freddo.

Per tessuti di piccole dimensioni, un ottimo rimedio è il trattamento a freddo, poiché le basse temperature solidificano la pasta semplificandone la rimozione.

Pertanto è sufficiente inserire i capi nel congelatore, magari avvolti in un panno o in un sacchetto e aspettare qualche ora. Quando la pasta sarà congelata, la si potrà sollevare.

Nel caso in cui ci siano aloni, si può pretrattare con sapone di Marsiglia e acqua prima del lavaggio.

Alcol etilico denaturato.

Basta applicarlo direttamente sulla macchia e sfregare delicatamente.

Sapone per piatti.

Occorre applicare una quantità sufficiente di sapone sgrassante per piatti direttamente sulla zona interessata e lasciare agire per una ventina di minuti. Poi bisogna risciacquare con acqua calda, strofinando delicatamente con una spugnetta.

Forgot Password

Cucina in Laminato di Quercia Sonoma

375,00 € & Spedizione GRATUITA

PREZZO IN PROMOZIONE CLICCA SULLA FOTO