Home » Come riuscire a non far puzzare i panni stesi in casa.

Come riuscire a non far puzzare i panni stesi in casa.

by Piero
0 commento 9 Minuti Leggi

riuscire a non far puzzare i panni stesi in casa

Far asciugare il bucato all’aria aperta e al sole è la cosa migliore per poterlo avere super profumato e fresco.
Purtroppo in alcuni periodi dell’anno, come quelli della stagione invernale, ciò non è possibile a causa della pioggia e l’umidità, quindi, a volte, l’unica soluzione che si ha per lasciare asciugare il bucato è di stenderlo in casa. riuscire a non far puzzare i panni stesi in casa
Ma se da un lato il bucato in casa si può asciugare più velocemente, dall’altro questo può avere un cattivo odore.

Effettivamente la mancanza di vento e del ricambio di aria, più l’umidità e la mancanza del giusto calore in casa, provocano spesso un cattivo odore sul bucato appena lavato.
È davvero fastidioso e demoralizzante sentire la puzza di umidità e di muffa del bucato appena fatto.
Per poter evitare che i vestiti e tutta la biancheria appena lavata e messa ad asciugare in casa, per causa di forza maggiore, possa assumere un cattivo odore, basta applicare alcuni semplici trucchetti.

Centrifuga.
Il primo trucco per poter asciugare il bucato in casa, senza farlo puzzare, è quello di programmare una centrifuga ad alta velocità.
Con questo tipo di centrifuga sarà possibile eliminare tutta l’acqua in eccesso dal bucato e strizzare bene i capi.
Di fatto i capi umidi ma non bagnati, richiedono meno tempo per asciugarsi.
Sicuramente la scelta del tipo di centrifuga da usare va fatta in base al tessuto dei capi da lavare.

Posizionare lo stendino vicino a un calorifero.
Per poter prevenire i cattivi odori dai capi asciugati in casa è utile stenderli vicino a un calorifero o una qualunque fonte di calore.
Quindi possono essere messi sotto il getto d’aria di un condizionatore, davanti il forno acceso, al camino o come già detto prima davanti al termosifone.
Siccome la cucina, generalmente è la stanza più calda di tutta la casa, è consigliabile di stendere sempre lì il bucato.
Anzi tutto ciò che è poco ingombrante ed ha una dimensione piccola, può essere poggiato direttamente sul termosifone.
Così facendo, i panni si asciugheranno velocemente e non avranno cattivi odori.

Assorbire l’umidità della stanza.
La causa principale per la quale il bucato asciugato in casa emette un cattivo odore è la presenza di umidità.
Per tanto è importante cercare di assorbire l’umidità in eccesso nella stanza.
Per fare ciò è possibile ricorrere ad un deumidificatore e posizionare lo stendino con i capi da asciugare nelle sue vicinanze.
Il deumidificatore sarà in grado di assorbire l’umidità e facilitare l’asciugatura, senza far perdere buon odore a tutto il  bucato.
Invece se non si possiede un deumidificatore, è possibile crearne uno fai da te.
Basta semplicemente mettere del riso o del sale grosso all’interno di un contenitore o di una ciotola aperta.
Posizionare, poi, questi contenitori nei vari angoli della propria casa e cambiarli ogni settimana.
Bisogna sapere che sia il riso che il sale, sono degli umidificatori naturali, capaci di assorbire l’umidità in eccesso e prevenire anche la formazione di muffe.

Garantire il ricircolo dell’aria nella stanza.
Bisogna far in modo che la stanza scelta in cui posizionare lo stendi panni, debba essere un ambiente il più simile possibile all’aria aperta.
È necessaria la presenza di aria, perché questa permette di ottenere un’asciugatura ottimale di tutti i capi lavati.
Quindi è consigliabile asciugare il bucato in una stanza più areata possibile e distanziando al massimo i capi tra loro, in modo tale da permettere alle singole fibre di potersi asciugare perfettamente.
Bisogna aprire le finestre e lasciare che il vento possa entrare, altrimenti è possibile
utilizzare anche un ventilatore o un termoventilatore da mettere vicino allo stendibiancheria.
In questo modo i capi asciugheranno più velocemente restando freschi e profumati.

Riso.
Giacché il riso è in grado di assorbire l’umidità in eccesso, che è la causa principale dei cattivi odori sul bucato appena lavato, è utile riempire dei sacchetti con questo ingrediente e distribuirli nella stanza in cui è stato messo lo stendino.
Ciò è un rimedio antico molto valido, capace di assorbire l’umidità negli ambienti chiusi, nel caso in cui non si hanno fonti di calore, stanze ventilate o termoventilatori.

Altri rimedi utili.
Altri accorgimenti utili da poter eseguire per evitare il fastidioso odore di muffa che si accumula sul bucato asciugato in casa, sono: non posizionare mai gli indumenti in maniera troppo ravvicinata poiché tendono a impregnarsi dell’umidità dei capi vicini, per cui è utile, distanziarli il più possibile.
È consigliabile appendere camicie e maglie sulle grucce così che possano asciugarsi più velocemente.
Utilizzare un phon per asciugare alcuni piccoli indumenti o alcuni tessuti sottili è un rimedio valido.
Infine, fare arieggiare la casa e le stanze il più possibile; infatti bisogna sapere che la circolazione di aria, è importante non solo per evitare che  i capi puzzino di umidità ma anche per la salute personale.

Prima di eseguire uno qualsiasi dei rimedi sopra elencati è necessario
consultare le etichette di produzione dei capi più delicati.
Inoltre è fondamentale evitare di dormire nelle stanze in cui il bucato è stato messo ad asciugare, in quanto la persona che ci dorme vicino potrebbe assorbire la loro umidità.

Ti potrebbe interessare:

Come asciugare più velocemente i vestiti in casa se fuori piove

Come profumare armadi e cassetti in modo naturale ed economico.

Semplificare il cambio stagione, in tre semplici mosse.

You may also like

Nel blog si parlerà un po’ di tutto quello che può interessare alle famiglie, bambini, salute, curiosità, benessere, informazione e ricette.

Scelti da noi

Articoli Recenti

ealcubo.org Right Reserved.

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?
-
00:00
00:00
Update Required Flash plugin
-
00:00
00:00