Pubblicità

MAGAZINE

Il meglio del Blog

Come coltivare l’aglio a casa ed averne una scorta infinita.

coltivare aglio

L’aglio è un ingrediente molto utilizzato in cucina, infatti può essere utilizzato sia crudo che cotto, per la realizzazione di diversi piatti.
Quindi poiché è molto utilizzato in cucina, e’ sempre presente in ogni dispensa e di fatto si fa sempre una grande scorta.
In realtà l’aglio, può essere coltivato a casa, seguendo delle procedure molto semplici e alla portata di tutti.
Un primo procedimento consiste nel mettere l’aglio germinato, o una testa d’aglio, direttamente in un vaso o in contenitore di vetro.
Poi bisogna aggiungere un po’ d’acqua fino a coprire solo le radici dell’aglio, e si lascia in un angolo soleggiato della casa.
Trascorse un paio di settimane circa, si svilupperà un gambo che, una volta raggiunti gli 8 cm di lunghezza, può essere tagliato e usato come condimento.

Un secondo metodo consiste nel coltivare l’aglio nel terriccio, fertile e con un buon drenaggio ottenuto aggiungendo ghiaia, mettendolo in

un vaso piuttosto profondo e largo.
Realizzare dei buchi nel terriccio in cui mettere uno spicchio d’aglio, con la parte delle radici rivolta verso il basso.
Mettere gli spicchi d’aglio ad una profondità di circa 2,5 cm, a circa 12 cm di distanza l’uno dall’altro.
Irrigare due volte a settimana e nel caso in cui si viva in un luogo freddo, coprire con della paglia per proteggerlo.
Mantenere il terreno umido, ma senza ristagni d’acqua.
Così facendo, dopo qualche settimana sarà possibile raccogliere l’aglio coltivato.

Ti potrebbe interessare:

Potatura perfetta per ogni tipo di pianta.

Come evitare che i limoni si ammuffiscano e farli durare più a lungo.

Le foglie di zucca ottime al gusto e dai grandi benefici per la salute.

Forgot Password