Pubblicità

MAGAZINE

Il meglio del Blog

Come fare e servire i liquori in casa.

come fare i liquori a casa

Generalmente, per fare i liquori in casa, viene utilizzata la tecnica dell’infusione.

La tecnica di infusione consiste nella lenta macerazione di piante officinali, frutta, bacche e droghe, immersi in una soluzione a base alcolica.


Grazie a questa procedura, i composti chimici contenuti nei vegetali si sciolgono nel liquido alcolico.

Con questa tecnica possono essere usati, ottenendo gli stessi risultati, ingredienti allo stato fresco, essiccati o in forma di tintura alcolica.
Le basi che di solito vengono usate

per la macerazione delle sostanze aromatizzate sono l’alcol a 95° e la grappa di gusto secco.

La scelta della base dipende dal gusto personale di chi prepara i liquori e la sua esperienza.

Infatti i sapori degli ingredienti possono essere più esaltati da una o dall’altra delle basi, per cui per capire quale possa essere il miglior abbinamento ci vuole solo un po’ di pratica.

Poi, dopo la fine del periodo di macerazione, l’alcol 95° viene allungato con dosi variabili di acqua mista a zucchero.

Ma spesso nella preparazione dei liquori, lo zucchero è utilizzato pure per ammorbidire e preparare alla macerazione le erbe aromatiche.

In questo caso deve essere versato direttamente sugli ingredienti asciutti e poi occorre agitare il contenitore, quindi non c’è il bisogno di fare nessun altro tipo di lavorazione.

Invece quando lo zucchero viene aggiunto a fine macerazione e dopo la filtrazione, serve a mitigare la durezza gustativa dell’alcol. Quindi bisogna sciogliere a caldo

lo zucchero, in una pentola, con acqua e deve bollire per cinque minuti circa, fino ad ottenere uno sciroppo.

Poi bisogna far raffreddare lo sciroppo, prima di essere versata nell’infusione alcolica, per evitare di rovinare il risultato finale.

Infine è importante sapere che la forma del bicchiere ha un ruolo importante nel momento della presentazione della degustazione dei liquori.

Effettivamente la sua particolare struttura ha il compito di mantenere il naso alla giusta distanza dall’infuso, per consentire di percepire l’aroma dell’alcol senza

che l’olfatto sia infastidito dagli effetti più forti.

Così è consigliabile servire il proprio liquore in calici aperti se è delicato e aromatico, in calici più chiusi se è molto forte e pungente.

Ti potrebbe interessare:

Liquore di mela annurca.

Il liquore di corniole.

Liquore alle more e vaniglia.

liquori digestivi fatti in casa, liquori fatti in casa senza riposo, liquore benedetta rossi, liquori eurospin,

Forgot Password