Home » Come realizzare un Pot-pourri profumato e naturale, facilmente con le proprie mani.

Come realizzare un Pot-pourri profumato e naturale, facilmente con le proprie mani.

by Piero
0 commento 9 Minuti Leggi

come realizzare un pot-pourri

Il pot-pourri è una miscela di fragranze naturali composta con fiori, frutta e spezie varie, utile a profumare ogni angolo di casa, armadi e cassetti.
Poterne realizzare uno con le proprie mani è davvero facile, bastano pochi e semplici passaggi per poter profumare la casa in modo ecologico.
È possibile realizzare delle bustine trasparenti di pot-pourri dall’aroma fresco e naturale da poter essere riposto negli armadi e cassetti affinché possa profumare

abiti, lenzuola, asciugamani ecc, oppure metterlo all’interno di eleganti ciotole, vasi o cestini in vimini, da mettere in giro per casa e dare  anche un tocco di colore.
Inoltre, i pot-pourri se confezionati con molta cura, utilizzando sacchettini di tessuto o barattoli e vasi in vetro, può essere un’ottima idea regalo da fare a parenti ed

amici in diverse occasioni.

Come fare la macerazione.
Per poter realizzare un pot-pourri green senza aggiungere sostanze che ne esaltino l’aroma, bisogna iniziare raccogliendo/recuperando foglie, petali di fiori, frutta ed erbe

aromatiche varie per poi far essiccare il tutto.
È possibile far macerare gli ingredienti del nostro pot-pourri mettendoli in dei barattoli, alternandoli con degli strati di sale; oppure se si vuole velocizzare

il procedimento si possono mettere nel forno della cucina.

Sicuramente il metodo più semplice per acquisire gli elementi utili al nostro scopo è quello di fare delle piacevoli passeggiate in montagna, colline

oppure prati, dove è possibile raccogliere fiori profumati come: i ciclamini, le rose, le viole del pensiero, il gelsomino di San Giuseppe e i narcisi; ogni stagione regala i propri fiori.

Essiccare con il forno.
Per utilizzare questo metodo bisogna accendere  il forno a 180° gradi.
Mettere a portata di mano: una teglia, carta da forno, fiori, oli essenziali e un barattolo di vetro per conservare il pot-pourri.

Preparare gli “ingredienti”
Poi bisogna preparare i fiori da utilizzare, tagliando gli steli e rimuovendo i singoli petali.
È possibile usare qualsiasi fiore da scegliere in base ai propri colori e profumi preferiti ( gigli, rose, narcisi ecc…).
Coprire una teglia con carta da forno e disporre i fiori e i petali scelti in uno strato ordinato.
Infornare per due ore circa, finché i fiori non sono duri e completamente asciutti, per evitare formazione di muffe, per cui bisogna

tenere sempre sotto controllo il tutto.


Quando il pot-pourri è completamente asciutto, occorre toglierlo dal forno e lasciarlo raffreddare a temperatura ambiente.
In seguito bisogna aggiungere al pot-pourri un “fissativo”, cioè la polvere di radice di Iris, dall’odore dolce, ingrediente utile a far durare più a lungo la fragranza.

Mescolare i fiori secchi con la radice di iris e aggiungere 10-15 gocce di olio essenziale alla miscela.
Il pot-pourri durerà dalle quattro alle sei settimane, però per poter rafforzare e rinfrescare il suo profumo è consigliabile aggiungere, di tanto in tanto, alcune

gocce fresche di olio essenziale.

Aggiungere oli e frutta.
Per realizzare un pot-pourri profumato è importante anche aggiungere alcune gocce di oli essenziali di origine vegetale, da acquistare nelle erboristerie magari, dalle profumazioni fresche e fruttate come l’olio di geranio, rosa, bergamotto, limone, caprifoglio, lavanda (che aiuta a proteggere i tuoi capi), cedro giapponese (ottimo repellenti per le tarme che possono invadere gli armadi).
Il proprio pot-pourri si può arricchire aggiungendo anche la frutta fatta essiccare, tipo le fette di limone, d’arancia, di mela e di mandarino.
È possibile aggiungere anche delle spezie, come bastoncini di cannella e di liquirizia, oppure timo, menta, alloro, chiodi di garofano, finocchio e melissa.
Così facendo la miscela di pot-pourri sarà ancora più ricercata e fragrante; anzi lo sarà ancora di più se si mettono pure bacche essiccate, corteccia di cedro, baccelli di vaniglia, semi e pigne.

Essiccazione al sole.
Se si vuole evitare di usare il forno è possibile essiccare i petali dei fiori, mettendoli su una tavola di legno, in un luogo privo di odori e asciutto, al calore dei raggi solari.
Per cui la stagione ideale per poter eseguire questa procedura sicuramente è l’estate.
Una volta essiccati perfettamente mettere il tutto in un barattolo di vetro a chiusura ermetica, magari aggiungendo anche delle spezie e la frutta secca al suo interno.
Poi bisogna scegliere  un olio essenziale naturale o dalla fragranza più simile agli ingredienti utilizzati e aggiungerne qualche goccia.
Chiudere il contenitore, scuoterli  delicatamente per miscelare il tutto e lasciarli riposare al buio per una notte. Così facendo il pot-pourri biologico è pronto.

Ti potrebbe interessare:

Metodi della nonna per togliere ogni tipo di macchia

L’acido citrico un valido alleato per la casa e il benessere

Come riuscire ad organizzare il frigorifero per poter conservare al meglio gli alimenti.

Pot-pourri su amazon

You may also like

Nel blog si parlerà un po’ di tutto quello che può interessare alle famiglie, bambini, salute, curiosità, benessere, informazione e ricette.

Scelti da noi

Articoli Recenti

ealcubo.org Right Reserved.

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?
-
00:00
00:00
Update Required Flash plugin
-
00:00
00:00