MAGAZINE

Il meglio del Blog

Come pulire lo split del condizionatore

pulizia split climatizzatore

Come pulire lo split del condizionatore

come pulire il condizionatore

Fra le pulizie di casa che è fondamentale fare periodicamente è quella di pulire il condizionatore, ormai presente in ogni casa come pulire il condizionatore

ed a volte se ne trova più di uno, operazione che va compiuta almeno un paio di volte l’anno per poter mantenere l’apparecchio in buona forma ed evitare

che durante il suo utilizzo si diffondano le polveri come pulire il condizionatore

Il periodo ideale per effettuare questo tipo di pulizia è quello primaverile ed autunnale; effettivamente i due periodi dell’anno in cui generalmente

si svolgono le pulizie approfondite di casa.Senza ombra di dubbio la primavera e l’autunno sono i due momenti perfetti per la pulizia ordinaria del condizionatore domestico;

visto che a maggio o giugno ci si prepara per l’uso intenso dell’estate, mentre a ottobre o lo si utilizza per il riscaldamento o magari no lo si usa più fino all’estate successiva; per tanto è consigliabile lasciarlo pulito per l’anno successivo.

Certamente va precisato che corretta pulizia garantisce anche un buon funzionamento dell’apparecchio.

Questo tipo di pulizia è importantissima soprattutto per chi soffre di allergie, poiché è risaputo che avere un ambiente salubre in

casa dipende anche dalla pulizia dello split e dei filtri del condizionatore.

Infatti far passare troppo tempo senza pulire il condizionatore, consente l’accumulo della polvere e dei germi, che vanno a ripercuotersi sulla respirazione.

Così deve diventare una sana abitudine, prima dell’inizio dell’estate e in autunno, con un po’ di pazienza, poca per la verità, pulire fuori e dentro ogni condizionatore.

Anzi bisogna sapere che , pure l’istituto Superiore di Sanità consiglia ciò, non solo per i benefici sulla salute ma anche perché grazie ad una manutenzione

periodica e molto semplice, l’apparecchio potrà durare più a lungo e riuscirà a consumare anche meno energia.

Bisogna considerare anche che far accumulare la polvere possa causare anche improvvisi blocchi al condizionatore.

Il condizionatore e’ formato da:uno split interno, quindi la parte che è in casa e spara l’aria fresca, dove al

suo interno risiedono i filtri, normali o a carboni attivi;

dall’unita’ esterna, cioè quella che viene installata fuori casa, e che è importante pulite anche questa di tanto in tanto.
Sia per quanto riguarda i condizionatori un po’ datati o quelli di ultima generazione, la procedura per la pulizia resta più o meno la stessa.

Inoltre è utile consultare il libretto delle istruzioni per capire come pulire e quali sono i componenti della macchina.

Ma eventualmente se non si ha più, bisognerà andare sul sito del produttore, precisamente nella pagina dedicata all’assistenza, e scegliere il modello del proprio condizionatore.

Dopo di che sarà possibile scaricare un file in pdf con tutte le informazioni o altrimenti se non lo si trova si può provare a contattare

direttamente l’assistenza e farselo spedire.

Però c’è da dire pure che comunque le parti del condizionatore si riconoscono facilmente riconoscibili, per tanto non è essenziale possedere le istruzioni per l’uso per poter procedere alla pulizia.

Per poter effettuare la pulizia del condizionatore è necessario preparare tutto l’occorrente, quindi si ha bisogno di:

  • panno in microfibra
  • acqua
  • aspirapolvere
  • sapone
  • bicarbonato o aceto.
  • un telo dove far cadere l’eventuale sporco

Importante è staccare la corrente elettrica.

Procedimento

Iniziare pulendo lo split del condizionatore, quindi:pulire la parte esterna dello split ed eliminare la polvere, facendo molta attenzione alle alette in quanto sono molto delicate.
Alzare il coperchio dove all’interno sono contenuti due filtri anti polvere, simili a delle griglie di plastica.

Bisogna estrarli con delicatezza e lavarli con acqua e sapone neutro, ma nel caso in cui ci si rende conto che la polvere accumulata è eccessiva, per evitare di spargerla in giro per casa, è consigliabile passare un panno subito e poi lavarli sotto l’acqua.


Dopo di ciò bisogna lasciare asciugare i filtri lontano da fonti di calore e non sotto il sole diretto.

Inoltre bisogna sapere che se il condizionatore ha i filtri a carboni attivi, cioè delle strisce di tessuto, ideali a trattenere cattivi odori e polline, il procedimento per la pulizia è uguale.

Sicuramente però è bene verificare che questi filtri siano ancora in buono stato, in caso contrario dovranno essere sostituiti.


Per poter pulire la parte interna dello split bisogna:con l’aiuto di un aspirapolvere pulire l’interno del condizionatore, dopo di che con un panno in microfibra e bagnarlo con l’aceto, oppure in acqua e bicarbonato, e pulire meticolosamente tutto l’interno .

Una volta eseguito tutto il procedimento ricollocare i filtri asciutti e provare ad accendere il condizionatore.

Dopo aver pulito il condizionatore situato in casa, è necessario pulire anche la parte esterna; quindi dopo aver spento la corrente, eliminare gli eventuali depositi di foglie, polline ecc.

In più se è possibile rimuovere la griglia per poter pulire la ventola interna utilizzando un aspirapolvere.

Infine è fondamentale anche controllare il livello del gas di raffreddamento del condizionatore.

Se il livello del gas è basso il condizionatore non sarà efficiente al 100%, quindi bisogna chiamare un tecnico in grado di integrare il gas del condizionatore.

Ti potrebbe interessare:

Come eliminare il cattivo odore delle scarpe

Come mantenere pulita ed efficiente la lavatrice

Utilizzare il limone per disinfettare in modo economico.

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password